Nebulizzazione e COVID-19

Che cos'è la nebulizzazione?

Il processo di nebulizzazione è stato sviluppato per la prima volta negli anni '40 per essere impiegato nel campo dell'aviazione in tempo di guerra. Successivamente, negli anni '50, le macchine nebulizzatrici furono adattate e sviluppate commercialmente per gli insetticidi e con il fine di tenere sotto controllo le malattie.
La nebulizzazione è il processo di utilizzo di grandi volumi di aria a bassa pressione per trasformare i liquidi in minuscole goccioline che vengono disperse nell'atmosfera. Queste goccioline a volume ultra basso (ULV) sono perfette per essere applicate a pesticidi, sterilizzatori e disinfettanti.
Curtis Dyna-Fog Ltd da oltre 70 anni sviluppa e innova grazie alla nebulizzazione e alla tecnologia basata sull’uso di spray. 

Nebulizzazione elettrostatica

In Curtis Dyna-Fog siamo da sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare e innovare; non a caso siamo dei veri e propri pionieri nella tecnologia di nebulizzazione. Hurricane ES do Curtis Dyna-Fog è un prodotto progettato e assemblato a mano negli Stati Uniti, che si serve della tecnologia elettrostatica per dotare ciascuna gocciolina di una minima carica elettrostatica. Questa tecnologia consente una copertura costante, un migliore contatto con la superficie e un risparmio energetico ottimale.

Il sistema di carica ad alta capacità Hurricane ES somministra una carica elettrostatica positiva a ogni minuscola gocciolina che viene spinta nell'aria ad alta velocità

  1. Le goccioline con carica positiva si respingono a vicenda garantendo una migliore dispersione e copertura.
  2. Le goccioline caricate positivamente rendono il contatto più forte e più rapido con le superfici rispetto a quelle dei nebulizzatori non elettrostatici standard. Hurricane ES è ideale per l’uso su superfici ad alto contatto, in quanto consente tempi di applicazione più rapidi, con un risparmio energetico superiore e una riduzione dei tempi di inattività; inoltre consente di poter tornare al lavoro in sicurezza.

La nebulizzazione e la lotta contro il Covid-19

Il Covid-19 ha una velocità di trasmissione incredibilmente veloce, le goccioline di tosse, starnuti e persino il parlare sono in grado di diffondere il virus a breve distanza, ove può rimanere sulle superfici per giorni. La chiave per ridurre la diffusione del Covid-19 consiste nella pratica di buon livello di igiene personale attraverso il lavaggio regolare delle mani con acqua calda e sapone.

Per ridurre la diffusione del Covid-19 sul posto di lavoro, dove i datori di lavoro hanno il dovere di prestare attenzione al personale e ai clienti, è imprescindibile da parte delle aziende effettuare una pulizia frequente delle aree e delle superfici ad alto contatto attraverso l’impiego di un disinfettante certificato. È necessario mantenere un programma di pulizia accurato.

La nebulizzazione è ora un metodo comunemente usato per combattere il Covid-19 come parte di un processo di igienizzazione e decontaminazione. Se eseguita correttamente, la nebulizzazione è uno dei modi più efficaci per pulire a fondo e liberare un'area da questo e altri virus e germi.

Controllo delle infezioni

Il controllo delle infezioni è la disciplina che si occupa di prevenire le infezioni associate all'assistenza sanitaria. La gestione dei rischi generali associati a qualsiasi ambiente di lavoro diventa più semplice se eseguita direttamente sul posto di lavoro in quanto sarà possibile, attraverso il monitoraggio sotto forma di ispezioni e audit del luogo di lavoro il livello di rischio legato a scivolamenti, inciampi, cadute, movimentazione manuale o esposizione a sostanze pericolose. Tuttavia, quando si tratta di controllo delle infezioni, la procedura è molto più difficile.

Un agente patogeno o infezione è un agente biologico che provoca malessere o causa una malattia al suo ospite. Gli agenti patogeni non possono essere visti a occhio nudo e quindi presentano una maggiore difficoltà quando si tratta di gestire e controllare i potenziali focolai di infezione. La direzione ha la responsabilità di garantire che il proprio personale sia adeguatamente formato. In particolar modo dovrebbe essere riservata particolarmente all’ambiente sanitario, dal momento che fa riferimento alla potenziale presenza di agenti patogeni e la prevenzione della diffusione di agenti patogeni. Ciò include tutto il personale, compresi quelli che forniscono prestazione dirette come medici, infermieri, medici di base e dentisti e quelli che forniscono ruoli di supporto come appaltatori, addetti alle pulizie, personale di cucina, ecc.